CHI E' ONLINE

 36 visitatori online

LOGIN



Note Headline.


ADUSBEF DIFENDE DA SEMPRE I TUOI DIRITTI

DONA IL 5 PER 1000 ALL'ADUSBEF

quando farai la dichiarazione dei redditi indica il codice fiscale 03638881007

 
   
NOVITA' SU EQUITALIA: fermi, ipoteche, interessi, procedure PDF Stampa E-mail
Scritto da A.L.   

Riforma Equitalia: ecco le novità 2011 recentemente introdotte

Approvate modifiche sull'ipoteca degli immobili da parte di Equitalia e sui debiti fino a 2000 euro

Riforma Equitalia: da dove nasce

Recentemente molti esponenti politici, accogliendo le lamentele di diversi contribuenti, hanno puntato il dito sull’ agente di riscossione Equitalia e su modalità di riscossione che ha portato a pignoramenti o ipoteche giudicate eccessive.

Equitalia abusi

In particolare veniva lamentato il fatto che anche per piccolo debiti tributari l’ agente di riscossione poteva arrivare anche a mettere all’ asta l’ abitazione adibita a residenza principale. Pertanto, grazie ad alcuni emendamenti dell’ ultim’ ora vi sono alcune modifiche al recente Dl sviluppo in materia di fisco e riscossione.

Equitalia novità 2011

In particolare:

Equitalia ipoteca immobili – Se si vorrà iscrivere un’ ipoteca su di un’ immobile questa dovrà essere preceduta da un’ intimazione a versare le somme iscritte a ruolo. Se il ruolo è in contestazione non sarà possibile iscrivere l’ ipoteca a condizione che il ruolo non superi l’ importo di 20.000 euro e che l’ ipoteca non riguardi l’ abitazione principale del debitore;

Equitalia debiti fino 2000 euro – Per i debiti che sono inferiori ai 2mila euro l’ agente della riscossione dovrà effettuare l’ invio di due preavvisi,a  distanza di almeno sei mesi uno dall’ altro, prima di avviare procedure di esecuzione forzata.

Equitalia anatocismo – Si pone un freno all’ anatocismo, e pertanto niente più interessi di mora su interessi e sanzioni.

     

Rimane però in vigore la modifica che partirà dal prossimo primo luglio, e cioè accertamenti subito esecutivi dopo 180 giorni senza bisogno di iscrizioni a ruolo e successivo invio di cartella di pagamento.

Per le riscossioni coattive che entreranno in vigore  dopo la legge di conversione, se l’ importo a ruolo è inferiore ai 2 mila euro, le azioni cautelari ( fermo amministrativo) e quelle esecutive ( il pignoramento mobiliare e pignoramento verso  terzi), dovranno comunque essere precedute dalla notifica di due avvisi bonari. IN particolare ogni avviso dovrà essere inviato a distanza di circa sei mesi uno dall’ altro. Ancora da definire la data di validità della modifica normativa, in quanto  la novità potrebbe anche avere efficacia retroattiva e cioè per cartelle di pagamento notificate prima dell’ entrata in vigore della legge di conversione.

Cancellazione fermo amminstrativo - Per le cancellazioni del fermo, anche quelle fatte dopo la legge di conversione, il contribuente non dovrà più pagare le spese dell’ agente della riscossione. Per i ruoli che invece sono consegnati dopo la legge, gli interessi di mora saranno calcolati solo sull’ importo che è dovuto a titolo di tributo.

Iscrizione a ruolo provvisoria - Altra novità è invece la riduzione della somma dovuta a titolo di iscrizione a ruolo provvisoria, che passa da un terzo alla metà. La modifica ha validità per le iscrizioni a ruolo che sono eseguite dopo la legge di conversione. Per quanto riguarda gli accertamenti esecutivi si dispone invece un differimento generalizzato della procedura espropriativa a 180 giorni dalla data di presa in carico del credito erariale da parte degli agenti Equitalia. Tale differimento comunque non vale per azioni cautelari e conservative ( come ad esempio il fermo amministrativo) oppure se dopo la presa in carico, l’ agente della riscossione trova elementi comprovanti il fondato pericolo per la pretesa del tributo erariale.

Istanza sospensione avviso accertamento – L’ istanza di sospensione dell’ avviso di accertamento dovrà essere esaminata in ogni caso in 180 giorni dalla data di notifica dell’atto. Al riguardo non vi sono misure coercitive per garantire il rispetto del termine. In particolare rimane solo un’ obbligo di sanzione per il giudice che differisce tale termine e la possibile segnalazione del nominativo alla Corte dei Conti per accertare se vi sia danno erariale o meno.

Al riguardo le istanze dovrebbero anche moltiplicarsi visto che dal primo luglio gli accertamenti che saranno notificati diverranno immediatamente esecutivi ( e pertanto Equitalia potrà pretendere il pagamento sin da subito) dopo il 60° giorno dalla notifica.  Per le istanze di sospensione quindi i giudici tributari hanno pensato ad una sorta di corsia preferenziale. In questo modo dal 1° settembre , verrà sempre dedicata una udienza al mese per la trattazione delle istanze di sospensione davanti alla commissione provinciale. A stabilire tale data è stato il consiglio di presidenza di giustizia tributaria per fare in modo di fare fronte alla probabile ondata di istanze di sospensione che a breve inonderanno gli uffici della giustizia tributaria.

Tale delibera è stata approvata in data 21 giugno ed oltre al canale di preferenza per le istanze di sospensione contiene anche una richiesta diretta al ministro dell’ economia e finanze Giulio Tremonti per istituire un ruolo unico nazionale per riorganizzare gli uffici tributari.

Fonte: 

 

Accordi e Protocolli

MEDIAZIONE

Vuoi risolvere una lite senza andare in Tribunale ?
Approfitta dello strumento della mediazione civile.
Se hai bisogno di informazioni, chiamaci.
Non ti costa niente !

RecuperoDatiMilano.it

HAI PERSO TUTTI I TUOI DATI ?

Laboratorio Recupero dati a Milano, preventivo gratis, prezzi modici, massima riservatezza ed efficienza, hard disk, memory card, chiavetta usb, foto, cellulari, smartphone, notebook, computer, MAC, file.

www.recuperodatimilano.it

Via G. Prina, 9 (C.so Sempione di fronte alla RAI) Milano Tel. 0236505707 - 3470703236

Progetto Consumatori Digitali CAD, CRS, Posta Certificata: cambiamenti, difficoltà e opportunità per i consumatori Lombardia, realizzato

con il contributo della Regione Lombardia

RICORDATI DI ATTIVARE LA TUA CARTA DEI SERVIZI

E SCOPRIRAI I TANTI SERVIZI CHE VENGONO OFFERTI AI CITTADINI LOMBARDI


carta_regionale_dei_servizi_lombardia

 

Progetto ABC Digitale

ABC_digitale

Realizzato nell'ambito del progetti "ABC Digitale"

Programma regionale di tutela dei consumatori e Utenti Anno 2012 Regione Lombardia

Pubblicazioni:

ABC Digitale: Download

Report IndagineDownload

 

ADUSBEF Lombardia, © 2003 - 2010